La nostra consulenza psicologica

La consulenza psicologica è un dunque un servizio rivolto alla valutazione, comprensione e definizione di un disagio riportato dall’individuo, dalla coppia o dalla famiglia.

Dopo una prima fase di definizione del problema, della durata di 2-4 incontri (circa un’ora a cadenza settimanale) vi è una restituzione e la proposta di un intervento mirato. Verranno inoltre approfonditi (attraverso la raccolta di informazioni anamnestiche e l’eventuale somministrazione di test psicodiagnostici) i criteri di indicazione circa il modello di intervento più adatto per l’utente, in modo da raggiungere e facilitare, nel più breve tempo possibile, quei processi di cambiamento utili per fronteggiare il problema presentato, ristabilire l’equilibrio psicologico e favorire la ripresa del normale percorso di vita dell’individuo.

Il sostegno psicologico è un intervento rivolto a persone che vivono situazioni di stress e disagio di intensità tale da produrre importanti cambiamenti nella qualità di vita, al punto da pregiudicare il loro benessere psicofisico e minacciare il loro equilibrio psicologico a lungo termine.

L’obiettivo principale dell’intervento è quindi di riprendere una qualità di vita soddisfacente attraverso:

  • Definizione e soluzione dei problemi specifici;
  • Presa di decisioni;
  • Gestione dei momenti di crisi;
  • Confronto con i propri sentimenti ed i propri conflitti interiori;
  • Miglioramento delle proprie relazioni con gli altri.
  • Ti aiutiamo a superare lo Stress

    Il termine STRESS viene utilizzato per la prima volta nel 1936 da un endocrinologo viennese, Hans Selye che lo ha definito come “…risposta non specifica dell’organismo ad ogni richiesta effettuata su di esso…”.

    Una situazione in grado di provocare una reazione viene definita STRESSOR, qualsiasi situazione quindi, potenzialmente potrebbe essere un agente stressante. Ognuno di noi infatti, ha sviluppato capacità diverse e quindi si sentirà più facilmente sopraffatto da certe situazioni piuttosto che da altre. Gli effetti dello stress sulla salute psichica sono ormai da tempo conosciuti (ad esempio i Disturbi d’ansia, i Disturbi Depressivi, i Disturbi del sonno, …) così come gli effetti sullo stato di salute fisica, attraverso i cambiamenti che provoca sul sistema immunitario (nelle malattie, nelle infiammazioni, nella patologie cardiovascolari…). Determinate situazioni di stress a breve termine possono rafforzare la risposta immunitaria innata degli individui (Dhabhar & McEwen, 1997 in Segerstrom & Miller, 2004); effetto diverso ha invece lo stress persistente, che si instaura quando una persona è “costretta” a ridefinire la propria identità o il suo ruolo sociale (Kielcolt-Glaser et al. 1996).

    Quando lo stress si può considerare negativo per l’individuo?

    • Quando la reazione di stress viene sollecitata per un periodo di tempo eccessivo;
    • Quando la sensazione di tensione risulta troppo sgradevole;
    • Quando la sensazione avvertita non trova sollievo in una condizione di riposo;
    • Quando si avverte la sensazione di non riuscire a gestire adeguatamente i problemi che la vita ci chiede di affrontare;
    • Quando le strategie di comportamento risultano inadeguate.

    Un aspetto cruciale è la valutazione della situazione stressogena e delle risorse a propria disposizione perché ne determinano la qualità emotiva e l’intensità dello stress sperimentato dall’individuo, nonché la decisione su come affrontare tale situazione.

  • Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale

    Studi controllati al livello internazionale hanno dimostrato l’efficacia della Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale (Cognitive-Behaviour Therapy, CBT) come modello per la comprensione ed il trattamento dei disturbi psicopatologici.

    La teoria di base dell’approccio sottolinea l’importanza delle distorsioni cognitive e della rappresentazione soggettiva della realtà nell’origine e nel mantenimento dei disturbi emotivi e comportamentali.

    Tale approccio teorizza una complessa relazione tra emozioni, pensieri e comportamenti evidenziando come i problemi emotivi siano in gran parte il prodotto di credenze disfunzionali che si mantengono nel tempo, a dispetto della sofferenza che la persona sperimenta e delle possibilità ed opportunità di cambiarle.
    La CBT si propone, di conseguenza, di aiutare i pazienti ad individuare i pensieri ricorrenti e gli schemi disfunzionali di ragionamento e d’interpretazione della realtà, al fine di sostituirli e/o integrarli con convinzioni più funzionali.

    La psicoterapia cognitivo-comportamentale combina due differenti forme di terapia:

    • La psicoterapia comportamentale che aiuta a modificare la relazione fra le situazioni che creano difficoltà e le abituali reazioni emotive e comportamentali che la persona mette in atto per fronteggiarle, mediante l’apprendimento di nuove modalità di risposta e l’esposizione graduale alle situazioni temute;
    • La psicoterapia cognitiva che aiuta ad individuare pensieri ricorrenti disfunzionali, schemi fissi di ragionamento che sono associati alle forti e persistenti emozioni problematiche vissute dalla persona, al fine di correggerli, renderli più flessibili e integrarli con altri pensieri più realistici, o, comunque, più funzionali al proprio benessere.

    La CBT ha assunto il ruolo di trattamento d’elezione in particolare per il trattamento del disturbo di panico e agorafobia, disturbo ossessivo compulsivo, fobia sociale, disturbo d’ansia generalizzato e nei disturbo depressivi.

    Il terapeuta cognitivo-comportamentale lavora insieme al paziente per stabilire gli obiettivi della terapia, formulando una diagnosi e concordando con il paziente stesso un piano di trattamento durante i primi incontri.
    La CBT è, infatti, una psicoterapia sostanzialmente basata sulla collaborazione tra paziente e terapeuta.

    La durata della terapia varia di solito dai sei ai dodici mesi, a seconda del caso, con cadenza settimanale. Problemi psicologici più gravi, che richiedano un periodo di cura più prolungato, traggono comunque vantaggio dall’uso integrato della terapia cognitiva, degli psicofarmaci e di altre forme di trattamento.

Prestazioni della Dott.ssa Angela Braga

  • Visita: € 60,00

Prestazioni della Dott.ssa Antonia Zucchi

  • Visita: € 60,00